Posts Tagged ‘Canducci’

Finalmente la recinzione – Via ai lavori al parco K. Wojtyla

Hanno preso il via nei giorni scorsi i lavori di realizzazione della recinzione del parco “Karol Wojtyla” di via Lombardia, più volte in passato preso di mira dai vandali. Un’opera dunque molto attesa dai cittadini residenti nel quartiere e dal Comitato di quartiere stesso che aveva inserito l’opera come prioritaria nell’ambito delle richieste per il Bilancio partecipato.

 Si sta dunque procedendo a realizzare i muretti di sostegno della cancellata che, alla fine, risulterà alta oltre due metri (simile  a quella presente al Parco Eleonora).   La recinzione interesserà tutti e tre gli accessi al parco, su viale De Gasperi, su via Lombardia (lungo il limite attuale ) mentre su via Toscana rimarrà libera la fruizione lo spazio circostante la statua di S. Antonio di Padova e sarà delimitata la zona tra la pinetina e l’inizio del vialetto che conduce alla zona verde-giochi.

 Tutti e tre gli accessi saranno dotati di un passaggio carrabile per consentire l’ingresso dei mezzi addetti alla manutenzione del parco e di quelli di emergenza ma avranno dei cancelli indipendenti per il passaggio pedonale che verranno chiusi nelle ore notturne. Ulteriori dispositivi di protezione serviranno ad evitare che i bambini più piccoli possano autonomamente uscire dal parco.

L’intervento ha un costo che sfiora i 20.000 euro ed è eseguito dalla ditta Lupi Vincenzo di San Benedetto che dovrà terminarlo entro 45 giorni dalla consegna del cantiere.

L’importo è stato finanziato dal Capitolo del Bilancio Partecipato costituito dall’Assessore Di Francesco e  gestito dall’Assessore Sestri, mentre il progetto è stato curato dall’Arch. Di Concetto Alfredo e dal Direttore delle Aree Verdi Geom. Lanfranco Cameli e sotto la supervisione dell’Ass.re Canducci.

Questo intervento impegna un terzo circa del finanziamento richiesto e promesso per i lavori segnalati nel Dicembre 2008 in sede di Bilancio Partecipato.    La richiesta inoltrata in Comune Gennaio 2009.

L’opera è un inizio del lavoro di riqualificazione dell’area, per il quale ringraziamo l’Amministrazione, restando comunque in attesa del suo completamento, che non può non comprendere un bagno, una fontanella interna ed uno spazio sicuro (campetto attrezzato e recintato) per consentire ai bambini di giocare a calcio senza arrecare danni ai visitatori, anziani e bambini, dell’area verde.

Riteniamo che il nostro Quartiere meriti una maggiore attenzione, quanto meno non inferiore a quella riservata ad analoghe realtà della nostra città, obiettivo per il quale continuiamo e continueremo a lavorare, insieme ai nostri Residenti, proponendoci sempre in maniera propositiva e collaborativa verso l’interlocutore Pubblico .

Presentato il progetto di sistemazione al Parco Cerboni

La presentazione del progetto

La presentazione del progetto

Sabato 13 Marzo il Comitato di quartiere Sant’Antonio ha promosso la presentazione del progetto di sistemazione dell’area Cerboni ai Residenti, con la disponibilità dell’Amministrazione rappresentata dall’Assessore Paolo Canducci , dal Consigliere Comunale Andrea Marinucci e dei tecnici progettisti della Ditta ProMo.Ter.

L’interesse destato tra i residenti delle aree prospicienti il perimetro della ex “Fornace Cerboni”, ha prodotto una numerosa partecipazione di cittadini che si sono voluti confrontare con i relatori.

L’Assessore Canducci ha ricordato che l’importo stanziato dalla Autorità di Bacino della Regione Marche di € 156 mila è stato erogato per il solo miglioramento della sicurezza e per la tutela e del versante dal rischio Idrogeologico, motivo per cui l’intervento non può sviluppare le necessità di arredo urbano o la sistemazione di impianti sportivi o altro.

In ogni caso si tratta del primo intervento su questa importante area, donata alla cittadinanza dalla famiglia Cerboni-Rambelli, che consentirà di rendere maggiormente fruibile uno spazio che , seppur morfologicamente adagiato su un versante di circa 27mila mq.,riserva 2 ampi spazi pianeggianti, a monte (via Ustica) e a valle (P.zza Kolbe) che potranno assolvere alle necessità di svago di molti utenti.

I tempi presunti di attuazione partono dalla apertura della gara Lunedì 15 Marzo, 10gg. per la presentazione delle offerte, Venerdì 26 apertura delle “Buste con le Offerte” con individuazione dell’impresa aggiudicatrice (miglio offerente) che dovrà svolgere al più presto le opere.

Il dettaglio dei lavori è stato illustrato, con l’ausilio degli elaborati grafici, dal Dott. Agronomo Francesco Leporoni della ditta Pro. Mo.Ter “Progetto-Montagna-Territorio”che ha redatto il Progetto in staff con l’equipe di tecnici della società tra cui Geologi, Ingegneri Ambientali, Agronomi ed Architetti del Verde.

Oltre alla bonifica del territorio dalle essenze spontanee ed infestanti che hanno ricoperto l’area, saranno previste la rinaturalizzazione delle piante di Ulivo esistenti, la messa in sicurezza con nuove piantumazioni di Arbusti (ginestra, alloro, corbezzolo, lavanda, rosmarino, tamarice) e Piante (acero camp., frassino, bagolaro, albero di giuda), palificate doppie rinverdite, palizzate in legname con talee e staccionate in castagno a delimitare i sentieri e le aree.

Altra azione importante sarà ll’intervento di regimazione delle acque con l’inserimento di canalette in legname e pietrame, drenaggi sub superficiali, fossi di colletta mento e Tubazioni e pozzetti per il convogliamento delle acque meteoriche alla fognatura delle acque bianche esistenti a valle.

Si presume che i tempi di realizzazione di tali opere di bio architettura del verde, eseguite da ditte specializzate, possono essere stimati in 60 giorni.

Restano da valutare eventuali proposte delle imprese locali, operanti nel campo delle energie alternative, per la realizzazione di un’area didattica indicata come “Parco delle Energie”.

Tanti sono stati i quesiti rivolti dai residenti presenti che apprezzando l’intervento programmato, hanno raccomandato all’Amministrazione Comunale di continuare le azioni su tale Area e sul quartiere che, forse unico nella Città, non ha uno spazio attrezzato adeguatamente per i ragazzi (Campo di calcetto) e per gli anziani (campo di bocce), oltre che alla recinzione dell’area ed ai classici spazi gioco e ristoro per anziani e bambini .

Al termine dell’incontro si è anche ricordato l’Ing. Ubaldo Ulissi, prematuramente venuto a mancare, che in passato è stato uno dei primi a credere in quest’opera, avendo dato l’avvio (con l’impresa edile di Famiglia) all’urbanizzazione della zona , ed essendo stato da sempre promotore e sostenitore delle prime azioni aggregative dell’area Cerboni. Per questo motivo è stata proposta la sua menzione in una struttura del nuovo Parco.

 Il Presidente del Comitato di Quartiere, Giorgio Fede ha manifestato grande soddisfazione per questi lavori che, ha dichiarato, debbono essere un punto di partenza per il Nuovo Parco Cerboni”.  Il Comitato è disposto a fornire delle porte di Calcio da collocare in via provvisoria, in attesa di ulteriori sistemazioni, al fine di creare un primo “avamposto” per il divertimento dei ragazzi della zona.

Nei prossimi giorni, continua Fede, dovremo incontrarci anche con l’Assessore Sestri che si è reso disponibile ad individuare le risorse finanziare per le opere del progetto di recinzione (già elaborato e pronto per il finanziamento)e per la  riqualificazione del Parco K. Wojtyla chieste nel Bilancio partecipato 2009. Con l’apertura dell’area Cerboni  e con la prossima opera di recinzione del Parco Wojtyla, si creano i presupposti per la gestione di queste aree verdi, che potrà essere attuata con la costituenda Associazione del quartiere. Si cercano fin da ora cittadini di buona volontà disposti ad entrare nella nuova associazione per creare gruppo e lavorare insieme per il benessere della nostra comunità di quartiere, che possono contattare i membri del comitato o scrivere alla nostra mail info@quartieresantantonio.it .

Di seguito si riportano le immagini degli elaborati grafici di progetto .

le opere previste nell'area

le opere previste nell'area

alcuni dettagli delle opere previste

alcuni dettagli delle opere previste

la legenda e dettagli esecutivi delle opere

la legenda e dettagli esecutivi delle opere

Parco Cerboni iniziano i lavori – Incontro per illustrare le opere

una vista dello spazio verde da riqualificare

una vista dello spazio verde da riqualificare

Dopo la fase del finanziamento di 156 mila euro stanziato dalla Regione ed annunciato dall’Assesore Carrabs di cui abbiamo dato notizia in precedenza in questo sito, e conclusa la fase progettuale attuata dall’Assessorato all’Ambiente ed Aree Verdi del Comune di San Benedetto del Tronto, attraverso l’incarico espletato dalla Ditta Pro.Mo.Ter , finalmente si arriva alla fase Esecutiva.

L’inizio delle opere è previsto per la prossima estate, e sicuramente rappresentano il primo e tanto atteso intervento di un’area importante della nostro quartiere. Credo sia ragionevole pensare che tale intervento costituisca l’inizio di un processo di riqualificazione dell’area che, alla fase attuale, si riferirà alla sistemazione del verde, con particolare attenzione alla rinaturalizzazione dell’area , alla protezione delle scarpate ed alla delimitazione dei sentieri, finalizzato alla prevenzione del rischio idrogeologico del versante.

Al fine di far conoscere ai Cittadini le scelte progettuali di prossima attuazione, il Comitato di Quartiere Sant’Antonio , con la disponibilità dell’Assessore Paolo Canducci e dei tecnici progettisti del Comune Geom. Cameli Lanfranco (Direttore servizio Aree Verdi) e della ditta Pro.MoTer, organizza un incontro con i Residenti della Zona.

Sarà una importante occasione per valutare preventivamente quali interventi saranno realizzati, e aprire un confronto per il futuro sviluppo di questa importante e grande  zona, incastonata tra le case. I residenti potranno dichiarare le loro necessità (campo di calcetto o polivalente, giochi per bambini, campo di bocce per anziani, spazio aggregativo per il tempo libero, parco bau, orti di quartiere o altro..) e discutere in un confronto civile dando un contributo alla sicurezza ed al futuro sviluppo del loro quartiere.

Vi aspetto Sabato 13 Marzo alle ore 15,30 nella sede del Comitato (casetta di legno) presso il Parco K. Wojtyla, con ingresso in via Lombardia civici 9/11 .

Raccomando la partecipazione per contribuire, con le proprie idee, al miglioramento della nostra città

Attività nel Quartiere Festa dell’Albero e Fochera di Rialto

Al fine di informare delle attività svolte nel quartiere, non possiamo non ricordare che, il 21 Novembre u.s., si è svolta nel nostro parco K. Wojtyla, in concomitanza con la Festa dell’Albero, una piccola cerimonia di piantumazione.

Cerimonia di piantumazione di 7 nuovi Alberi

Alla Presenza dell’Assessore Canducci, e del Dirigente del servizio Manutenzione Ing. Laureati, sotto la Direzione del Geom. Lanfranco Cameli (responsabile servizio Aree Verdi), i giardinieri comunali hanno messo a dimora 7 nuovi alberi, che dovranno fornire nuove zone d’ombra nel nostro parco, in corrispondenza delle aree giochi. Tale intervento richiesto in precedenza dal Comitato di Quartiere e concordato con gli uffici Comunali, rientra nelle opere finalizzate ad una migliore fruizione del Parco, al quale hanno contribuito anche degli interventi di manutenzione ai giochi, avvenuti nel mese di Giugno. Il tutto precede il tanto atteso consistente intervento di Riqualificazione , promesso per il Bilancio Partecipativo dell’anno 2009, che gli Amministratori hanno annunciato in esecuzione per primavera/estate 2010. Hanno presenziato alla cerimonia una nutrita rappresentanza di bambini delle scuole elementari Sambenedettesi del 1° e 3° circolo .

Fochera di Rialto.

Si è svolta il 9 Dicembre la prevista Fochera di Rialto.

Nel suggestivo scenario del “Monte della Croce” con l’immagine della Croce illuminata in alto, e il bel panorama di San Benedetto illuminata dalle luci della notte, si è accesa la Fochera di Rialto, nel nostro quartiere.

Una numerosa rappresentanza di residenti ha invocato delle preghiere sotto la guida di Padre Pietro e dopo la Benedizione ha partecipato alla festa ed al Buffet, a base di “frittelletti”, fave, dolci, vino bevende e vin brulè messo a disposizione dagli organizzatori.

Una bella serata trascorsa tra adulti e bambini in una attività della nostra tradizione, fatta rivivere dall’impegno di alcuni nostri amici del Quartiere.

Partecipanti Fochera Rialto 2009

Padre Pietro e la Fochera

Di seguito il collegamento ad un articolo con la notizia ed una piccola galleria fotografica.

http://www.sambenedettoggi.it/2009/12/10/83863/la-notte-delle-fochere/

BILANCIO PARTECIPATIVO – L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE INCONTRA I CITTADINI

incontro pubblico 01dicembre ore 21.15

incontro pubblico 01dicembre ore 21.15

Si terrà Martedì 1 Dicembre alle ore 21,15 , presso l’Auditorium della sede Comunale di Viale De Gasperi 124, il tradizionale incontro tra Cittadini ed Amministratori, per concordare insieme le priorità delle opere da eseguire nel quartiere nel corso dell’anno 2010.

Il comitato di Quartiere ha organizzato un’incontro preparativo, al fine di individuare e concordare preventivamente le opere necessarie, ma non è stata numericamente rilevante la presenza di residenti che, armati di buona volontà, hanno lasciato le loro abitazioni, famiglie, hobby ed interessi per recarsi nella sede all’incontro programmato.

Questo dà ancora pìù onore a quanti, hanno messo la loro presenza per lavorare ed esporre problematiche di interesse comune, di cui tutti gli altri si lamentano in forma e luoghi sterili, ma senza agire in maniera fattiva alla loro risoluzione.

Il mio ringraziamento va a queste persone che hanno risposto all’informazione diffusa sul sito, in due articoli pubblicati in quotidiani locali, nella news-letter via mail o su eventi comunicati nel gruppo di facebook, oltre che nelle bacheche presenti nelle vie, nei negozi e in tante locandine affisse con moltoimpegno da chi crede ancora nella partecipazione.

A tutti gli altri resta l’opportunità di dire, “ma non sapevo… non ho letto… ho avuto da fare…ma tanto non serve a niente..” e tante altre scuse di cui l’Italico vocabolario è ricco.

Sicuramente è per questo che, altre comunità numericamente meno numerose ma evidentemente più aggregate ed attive, riescono ad avere più considerazione ed a trovare maggiori finanziamenti e risposte alle loro istanze.

Certamente San Benedetto ed il nostro quartiere non hanno problemi gravi come quelli di Scampia, sicuramente molte richieste non dovrebbero essere neanche segnalate se l’interlocutore Pubblico è attento e tempestivo, in ogni caso il livello di democrazia è direttamente proporzionale al livello di partecipazione dei cittadini alla cosa pubblica. Una triste considerazione è vedere come nelle vicende nazionali, a tutti i livelli e da qualsiasi lato dello schieramento politico, sia aumentato il senso di assuefazione al brutto, con una mancata indignazione ad azioni che nel mondo anglosassone o scandinavo farebbero urlare allo scandalo, con immediate dimissioni degli autori (nel campo politico, finanziario civile ed altro ), e tempestiva ricerca della soluzione .

Alcuni cittadini hanno segnalato il problema dell’allagamento dei sottopassi, con danno ai piani bassi e blocco della mobilità in direzione Est-Ovest. Altri le condizioni dei marciapiedi in via M. S. Michele impraticabili a disabili, anziani e passeggini o la mancanza in altre vie. Alcuni evidenziano le condizioni di incompletezza di vie nella zona collinare quali via Elba o Ustica oltre che paure e sospetti sulla sicurezza del versante collinare della zona Cerboni/ via Sicilia .

Abbiamo ancora una opportunità di dare forza alle nostre necessità ed a richiedere soluzioni ai nostri problemi di sicurezza, igiene pubblica, viabilità e sosta, ambientali, di arredo urbano e manutenzione o altro.

Partecipiamo numerosi all’incontro di martedì e diamo forza e peso alle nostre proposte.

Se precedenti richieste sono state inattuate e si ritiene di non aver avuto la giusta attenzione non tiriamoci indietro ma alziamo ulteriormente il tono delle nostre istanze, perchè la partecipazione è il pungolo della democrazia e lo stimolo ad una buona Politica amministrativa.

Ti aspetto alle 21,15 presso l’Auditorium Comunale Martedì 01 Dicembre, non mancare e dai il tuo contributo alla democrazia.

Castagnata al Quartiere Sant’Antonio: “Quando il buonumore vince sul maltempo”

Grande partecipazione di pubblico, sfidando l'incertezza del tempo

Grande partecipazione di pubblico, sfidando l'incertezza del tempo

In un pomeriggio che ha concesso una tregua dalla pioggia, si è svolta la “Festa d’Autunno 2009” organizzata dal Comitato di quartiere Sant’Antonio. In tanti non si sono fatti spaventare dalle nuvole e, rinunciando alla classica domenica “divano e televisione”, hanno potuto trascorrere una piacevole giornata al Parco “K. Wojtyla”.

La Festa è iniziata con i giochi per bambini: il personale dell’oratorio della Parrocchia guidata da padre Gabriele Lupi ha coinvolto ragazzi e ragazze in avvincenti corse con i sacchi, gare di tiro alla fune e altri giochi all’aperto, mentre i più piccini si cimentavano con i pennarelli a eseguire variopinti disegni. Nel contempo, una folta rappresentanza di studenti dell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e per la Ristorazione Cittadino, supportati dai loro Insegnanti, allestiva un ricco buffet di dolci, ghiotte interpretazioni di materie prime autunnali quali castagne, pinoli, uva passita preparate nelle cucine dell’istituto diretto da Giovanni D’Angelo.

Erano presenti, rigorosamente schierati con le proprie divise professionali, le belle Hostess del servizio ricevimento disponibili a dare indicazioni sui servizi erogati, gli aspiranti barman intenti a somministrare vino, bibite e bevande varie, mentre i futuri chef si districavano tra i fornelli, coadiuvati dal personale del Quartiere, nel servire le classiche caldarroste, panini imbottiti con salsicce fumanti (cotte alla brace) ed un piacevole e caldo “vin-brulé” .

Durante la serata, a cui hanno partecipato diversi amministratori comunali, il Presidente del Comitato Giorgio Fede ha annunciato la prossima costituzione dell’Associazione “Antoniana Eventi”, braccio operativo del Comitato, con il compito di provvedere alla cura e gestione del verde, oltre alle iniziative di coinvolgimento dei residenti in attività ludiche, sportive ed aggregative.

Fede ha anche anticipato che, con il sostegno dell’Amministrazione comunale, si individuerà un locale da adibire a ricovero delle attrezzature per le feste e dei  di mezzi e strumenti per la cura del verde in modo da restituire il manufatto in legno del parco alla sua funzione originaria, quella di “club house” in cui svolgere la attività sociali di intrattenimento (riunioni, feste di compleanno).

Sono poi intervenuti rappresentanti dell’Amministrazione Comunale.

L’Assessore con delega alla partecipazione Margherita Sorge ha elogiato il Comitato per il suo dinamismo, ricordando la collaborazione tra Comune e Comitato in occasione delle manifestazioni della scorsa estate quali “Sport al Parco” e “Cinema di cartone” che hanno riscontrato una grande partecipazione e successo. L’assessore ha manifestato la disponibilità a collaborare per attuare il progetto “Giochi senza Quartiere”, ideato dal Comitato in accordo con tutte le analoghe realtà cittadine.

Paolo Canducci, Assessore con delega alle Aree verdi, ha annunciato la prossima messa a dimora di nuove essenze arboree della specie “Ginkgo biloba” e “Acero Rosso” per creare delle zone d’ombra per i giochi. Le piante, ha spiegato Canducci, sono già nei vivai comunali e la piantumazione è stata ritardata dalle condizioni meteo sfavorevoli.

Circa l’impiego del finanziamento regionale di 150 mila euro relativo alla messa in sicurezza, recupero e riqualificazione del “Parco ex fornace Cerboni”, Canducci ha spiegato che siamo ormai nella fase progettuale/esecutiva con il conferimento di incarichi alla ditta PRO.MO.TER  e per la consulenza finalizzata all’attuazione del “parco didattico delle energie”.

E’ infine intervenuto l’Assessore ai Lavori pubblici Leo Sestri che, nel ricordare le manutenzioni attuate in molte vie del quartiere, ha dato notizia che presto saranno rifatti gli asfalti di via Cividale e via Luciani – via Baccelli (area ex IACP). Particolare soddisfazione ha suscitato tra i presenti la notizia che, finalmente, nel 2010 verranno finanziati gli interventi di riqualificazione dell’area verde, tanto attesi dai residenti e richiesti in sede di Bilancio partecipato 2009.

Di questo e di altro si parlerà comunque il prossimo 1° dicembre all’Auditorium comunale quando si svolgerà la tappa degli incontri promossi dall’Amministrazione con i quartieri per la definizione del “Bilancio Partecipato 2010”.

visualizza altre foto della manifestazione nel box a destra – Foto Gallery

Il buffet di dolci servito ai partecipanti

Il buffet di dolci servito ai partecipanti

 

Saggio Ginnico del Centro Sportivo Prof. L. Giorgini

Saggio 

Nel tardo pomeriggio di sabato 6 Giugno, dinanzi ad una insolita numerosissima cornice di Pubblico, si è svolta la consueta manifestazione finale dei giovanissimi e senior allievi della Palestra di via Toscana della ns. Città. Gli atleti, compresi nelle fasce di età 4-20 anni, si sono esibiti in attività motorie ludico giocose fino a performance di Ginnastica Artistica Maschile e Femminile. Molte le coreografie sviluppate dai giovanissimi  Pulcini portando al centro del bel Parco Wojtyla parodie televisive molto gradite anche dai genitori ed ai numerosissimi nonni che hanno insistentemente applaudito durante tutta la manifestazione che si è protratta per un’ora e mezza circa. La presentazione della simpatica serata in chiave di rigorosa promozione sportiva di Ginnastica artistica, è stata affidata al Prof. Fausto Giorgini, che mette costantemente a disposizione la sua decennale esperienza come ex ginnasta componente della squadra Adrianova insieme ai ben più famosi  f.lli Carminucci (3 Olimpiadi); lo stesso collabora nell’impostazione dei programmi dopo aver militato come Giudice Nazionale Maschile e Femminile nella Federazione Ginnastica d’Italia, in tutte le più elevate competizioni  e Campionati d’Italia . La manifestazione del parco Wojtyla si è conclusa con una premiazione a cui hanno presenziato gli Assessori Fanini e Canducci ed il Dott. Lucidi, ad infilare le medaglie al collo di tutti gli atleti ha contribuito il Dott. Verdecchia della Banca dell’Adriatico che le ha gentilmente fornite. Un plauso veramente particolare ai Tecnici Roberta Paolini, Antonella Spaletra, ed all’instancabile Prof. Luigi Giorgini responsabile tecnico dell’intero spettacolo e della laboriosissima assistenza ai vari attrezzi, trasmettendo a  tutti gli atleti assoluta sicurezza ed incolumità fisica durante evoluzioni difficoltose.

Il ritorno alla Partecipazione civica di una Comunità che vuole farsi sentire

Il dibattito

Il dibattito

 

Alcuni dei residenti presenti

Alcuni dei residenti presenti

 

L’assemblea convocata per la serata di giovedì 23 aprile all’oratorio parrocchiale dal comitato di quartiere “S. Antonio” per fare il punto con l’Amministrazione comunale sulle tante problematiche aperte e ascoltare dagli assessori le possibile risposte ha visto la partecipazione di un centinaio di cittadini, un numero senza dubbio rilevante se rapportato ai tassi medi di partecipazione del passato in quest’area della città. A rappresentare l’Amministrazione comunale gli assessori alla Viabilità Settimio Capriotti, all’Ambiente Paolo Canducci e ai Lavori pubblici Leo Sestri.

 

“Il Direttivo si è impegnato in tutti i modi per informare i residenti. Peccato per chi non c’era- ha commentato il presidente Giorgio Fede – ha perso l’occasione non solo di esporre le proprie opinioni in ordine alla zone in cui vive, ma soprattutto non ha potuto confrontarsi con gli altri cittadini e con gli amministratori in un dibattito che invece è risultato molto utile e soprattutto ha fornito molte informazioni utili”.

 

La serata si è aperta con l’introduzione dello stesso presidente Fede che, tra le altre cose, ha annunciato un intervento diretto del Comitato per contribuire alla manutenzione delle arre verdi, problema numero uno per la zona. A questo scopo saranno destinati i fondi dell’annuale festa di S. Antonio così come è in programma a maggio una giornata all’insegna del “rimbocchiamoci le maniche”: i cittadini saranno invitati a dare un contributo fattivo, in base alle loro possibilità di tempo e di competenze, per intervenire con piccole manutenzioni sugli arredi degli spazi verdi.

 

A tal proposito, comunque, un’ottima notizia è arrivata dall’assessore Sestri che ha annunciato lo stanziamento entro poche settimane di 60 mila euro per la messa in sicurezza degli spazi, soprattuto del parco “Wojtyla” che, com’è stato unanimemente riconosciuto, ha la necessità di una recinzione che lo preservi dai frequenti atti vandalici. Non solo: Sestri e Canducci hanno assicurato che i fondi ricavati dal Comune per la concessione dell’occupazione del suolo pubblico ad un istituto di credito per il posizionamento di sportelli bancomat nella Pinetina di viale Trieste ed in varie zone del territorio comunale saranno interamente reinvestiti in opere a servizio del verde dei quartieri e nella pineta stessa. Sestri ha anche assicurato che presto inizieranno i lavori di piccola manutenzione su strade e marciapiedi per porre rimedio almeno ai dissesti più evidenti e più volte segnalati.

 

Diverse le problematiche affrontate con l’assessore Capriotti: dalla definizione della proprietà del parcheggio antistante la Villa Anna, oggi “terra di nessuno”, allo storico tema delle aree di sosta da ubicare, è stato rilevato, fuori dal quartiere, oggi soffocato da auto dirette in centro e sempre alla ricerca di parcheggio, fino a parcheggi a pagamento del lungomare (per i quali Capriotti si è impegnato a rivedere la disciplina soprattuto in relazione alle difficoltà incontrate dai residenti con più auto in famiglia). Da molti cittadini è venuto l’invito ad osare di più in tema di interdizione al traffico del centro, “altrimenti – è stato detto – i bus navetta gratuiti rimarranno inutilizzati e la gente continuerà a dirigersi verso il centro alla ricerca di un posto auto”.

 

Il confronto con l’assessore Canducci si è incentrato sull’eterno problema delle deiezioni canine e sulla disciplina della circolazione dei cani nelle aree verdi (c’è una resistenza sindacale della Polizia Municipale a svolgere questi controlli nelle prime ore del mattino e dopo cena, nonostante il Comune, ha detto Canducci, sia in grado di incentivare economicamente questo servizio) e sulla questione dell’elettrodotto ferroviario. A questo proposito, Canducci ha spiegato che è tramontata l’ipotesi di far rientrare lo spostamento della linea elettrica che parte da via Piemonte utilizzando i fondi FAS per l’elettrificazione della linea ferroviaria Ascoli Porto d’Ascoli (la nuova centrale non potrà reggere il carico di due impianti). Così come non è percorribile, ha detto ancora l’assessore all’ambiente, la strada di consentire ad un privati di investire in cubature edilizie in cambio della risorse per spostare la sottostazione elettrica. “Questa soluzione – ha detto Canducci – semmai potrà essere percorsa nell’ambito del più ampio programma di pianificazione del territorio che stiamo portando avanti con il nuovo PRG”.

 

In dettaglio l’Assessore Sestri ha annunciato la imminente sistemazione degli asfalti in prossimità degli incroci su viale De Gasperi, la manutenzione al manto del marciapiede Ovest nel lungomare Nord nel tratto Albula – Via Virgilio, la manutenzione di almeno un lato del marciapiede di via Formentini (tratto ad est di Viale De Gasperi), pericoloso e da anni segnalato con raccolta di firme.

 

E’ stata approfondita la valutazione delle problematiche di Via Monte San Michele , marciapiedi e ristagno acque piovane che verranno  risolte ed analizzate con specifici progetti quanto prima.

 

Dei tanti argomenti trattati nel dibattito o segnalati con specifiche schede consegnate e compilate dai presenti, il comitato ha informato gli Assessori presenti che hanno assunto l’impegno ad intervenire nel più breve tempo possibile.

 

Non sono mancate segnalazioni sulle problematiche connesse alla Movida, la scarsa educazione del popolo della notte ed ai poco efficaci sistemi di controllo e repressione, sulla cui applicazione i cittadini ed il comitato vigileranno.

ZONA CERBONI – ANNUNCIATA LA CREAZIONE DEL NUOVO PARCO

una vista dello spazio verde da riqualificare

una vista dello spazio verde da riqualificare

il Sindaco Gaspari e gli Assessori Carrabs e Canducci
il Sindaco Gaspari e gli Assessori Carrabs e Canducci

Il giorno 01 Aprile 2009 , in una conferenza stampa tenutasi in Comune, dagli assessori Gianluca Carrabs della Regione Marche e Paolo Canducci, del Comune di San Benedetto del Tronto, insieme al sindaco della citta`, Giovanni Gaspari è stata annunciata la imminente sistemazione dell’Area Cerboni. Per il Comitato di Quartiere era presente il Presidente Giorgio Fede .Un progetto ambizioso che se attuato, vedra` la nascita di un parco urbano di circa 27mila metri quadrati all’interno di un’area del nostro quartiere tra i più densamente abitati. L’assessore Canducci ha manifestato l’intenzione di  creare un parco delle energie alternative, installando in accordo con imprese produttrici locali,  piccoli impianti eolici per farli visitare  e studiare agli studenti delle scuole, con funzioni dimostrative e didattiche. I primi interventi sull’area ha precisato Canducci saranno la messa in sicurezza delle scarpate in frana, la bonifica da residui ferrosi e materiali vari, la sistemazione del verde, il recupero di tutte le piante di olivo esistenti e la realizzazione di un sentiero’. Il progetto e` nato da una proposta con il precedente Governo nazionale, (che aveva previsto 500mila euro per la riforestazione dell’area) , poi oggetto di tagli successivi.  ‘La Regione Marche ‘ ha detto Carrabs ‘ nel riprendere il progetto proporrà un finanziamento di 150mila euro per la realizzazione di un programma di prevenzione idrogeologica della zona dove e` possibile il verificarsi di una frana da scivolamento del materiale. L’opera prevista coniuga la manutenzione del territorio, la  prevenzione dei disastri e nel contempo costituisce una  importante azione per la riqualificazione urbana con opere di ingegneria naturalistica a basso impatto ambientale . Il Comitato di quartiere accoglie con piacere la notizia, che già era stata indicata nei nostri programmi . Finalmente verrebbero realizzate le volontà che erano state espresse nel lascito testamentario Cerboni-Rambelli a favore della nostra comunità. Apprezzabile  l’idea del parco delle energie e dell’anfiteatro. Rendiamo da subito all’Amministrazione Comunale la nostra disponibilità per la collaborazione e la condivisione delle proposte progettuali  con i residenti ed il quartiere. Proponiamo anche lo studio di fattibilità per un campetto sportivo polifunzionale  ed un percorso vita-jogging.  Il nostro quartiere è l’unico a non avere un’impianto sportivi per i ragazzi. L’Assessore Canducci ha ipotizzato tempi brevi per la realizzazione che in situazioni di interventi analoghi non è andata oltre i due -tre mesi. Finalmente una buona notizia per il nostro territorio, ci  auguriamo  che ne seguiranno altre.  A nome del Comitato di quartiere Sant’Antonio ringrazio chi si è prodotto per sollecitare questo importante finanziamento che dovrà essere erogato e per il quale si attende l’atto del Dirigente Regionale Competente. Al termine di questo iter si renderà disponibile alla città un nuovo spazio verde fruibile anche in autonomia dai bambini residenti ad ovest della s.s.16 . Il Comitato seguirà con interesse le varie fasi del procedimento sarà disponibile, propositivo e vigile per il buon andamento delle opere. Continuate a seguirci , su questo sito avrete ulteriori notizie in merito. 

Di seguito si riportano dei link a siti istituzionale e di quotidiani che citano la notizia:

http://www.regione.marche.it/Home/Settori/Comunicazione/ComunicatiStampa/Comunicato/tabid/229/Default.aspx?IdNews=17094

http://www.corriereadriatico.it/articolo.aspx?varget=831685

http://www.sambenedettoggi.it/2009/04/01/70817/zona-cerboni-un-parco-al-posto-del-degrado/

RACCOLTA DIFFERENZIATA ….”TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE E ….NESSUNO VI HA MAI DETTO!!!!”

visita-comitati1

Oltre le leggende metropolitane, la raccolta differenziata funziona e noi lo abbiamo verificato per voi.

2009 l’anno della svolta nelle politiche dello smaltimento rifiuti Sambenedettese.

Con una accelerazione nelle scelte volte a incrementare la Raccolta differenziata, il Comune di San Benedetto del Tronto attraverso l’Assessorato all’Ambiente, nella persona dell’Avv. Paolo Canducci e la Picenambiente Diretta dal Dott. Leonardo Collina hanno messo a punto un eccellente azione che porterà la nostra città ad un grande incremento della percentuale di rifiuti inviati a riciclaggio tramite la loro differenziazione.

Questo progetto ha coinvolto anche i comitati di quartiere cittadini. E’ stato individuato in ogni comitato un referente con il ruolo di Facilitatore Ambientale, ossia la persona di riferimento nel quartiere, in grado di dare indicazioni e spiegazioni ai suoi residenti.

Per rendere tale servizio con consapevolezza, la Picenambiente , Presieduta dal sig. Olivieri Federico, ha organizzato una giornata informativa nelle sue sedi di conferimento e lavorazione, mettendo a disposizione, oltre al Direttore Generale, Dott. Collina  anche i responsabili dei vari servizi, i Sigg.ri Mercuriali, , Leli, Cellini e Antonini,  di cui vi diamo resoconto.

Per il Quartiere Sant’Antonio hanno partecipato il Presidente Giorgio Fede e come Facilitatore Ambientale, la sig.ra Rosa Aysegul Sarac  (Vice Segretaria).

Tutto l’umido viene direttamente trasferito nell’impianto di raccolta di Fermo incaricato anche del suo trattamento.

Abbiamo potuto verificare le varie fasi della raccolta differenziata della “frazione secca “ il cui ciclo operativo è effettuato totalmente dalla Picenambiente partendo dalla raccolta , la selezione  fino alla consegna presso i centri di recupero dei vari materiali   .

La Società partecipata raccoglie presso la ricicleria Comunale in C.da Monterenzo 25, a S. Benedetto del Tr., il materiale nelle varie tipologie, Carta, Multimateriale(plastica, vetro, metallo), Rifiuti Ingombranti, ecc. .

Presso il centro di Recupero e Stoccaggio di via Piave 69/b nella Frazione Pagliare di Spinetoli, invece avviene la vera e propria fase di selezione dei materiali, con l’attività di personale che sovrintende alle operazioni di divisione dei singoli elementi, e con l’ausilio di sofisticati processi meccanizzati, provvede alla cernita dei materiali stoccando in singole aree le varie materie prime in attesa di portarle al recupero.

Viene sfatata in maniera inconfutabile quell’antica legenda metropolitana, (che spesso giustifica alcuni cittadini poco volenterosi) secondo cui “ differenziare è inutile, tanto poi viene tutto buttato insieme tra i rifiuti…” frase che altro non è che una stupida scusa e di cui noi possiamo testimoniare la falsità.

La raccolta differenziata funziona, è fatta con serietà, porta a concrete riduzioni dei rifiuti, evita lo spreco del suolo da destinare ad inutili e dannose discariche, salvaguarda il nostro ambiente, ci dà un vantaggio economico, ed è il regalo più bello che possiamo fare al nostro ambiente, ai nostri figli ed alla nostra comunità.

La documentazione video/fotografica allegata rappresenta le varie fasi della selezione e dello stoccaggio dei rifiuti, che poi viene ceduta a ditte autorizzate al recupero dei materiali.

Legno, carta, vetro, alluminio e matallo sono lì pronti per tornare nelle nostre case sotto forma di mobili, combustibili, riviste, capi in Pile,  imballi e oggetti vari.

Siamo convinti che il miglioramento del nostro mondo e dell’ambiente in cui viviamo, passa per una serie di comportamenti virtuosi che non possiamo più permetterci di rinviare.

Primo fra tutti la riduzione degli imballi, l’uso razionale dei materiali, dei contenitori e dei trasporti, l’uso accorto delle risorse naturali in una nuova ottica finalizzata alla riduzione degli sprechi .

Non meno importante è la riduzioni drastica dei rifiuti, ottenuta con il recupero, secondo le direttive del protocollo “rifiuti zero”.

Alcuni di noi avevano già questa attenzione, e vedere in prima persona che il frutto dei nostri atteggiamenti è così ben gestito, ci dà orgoglio e maggiore energia nel trasmettere a tutti i nostri vicini una sorta di contagio positivo che (per descriverlo con una frase molto attuale), si può riassumere in un corale “si può fare o yes we can …” come direbbe l’attento ambientalista , e Presidente Americano Obama.

Questa informazione, unita ad una galleria Foto-Video , oltre ad un file dettagliato fornitoci dalla Picenambiente in formato Pdf o PowerPoint sono a vostra disposizione nel nostro sito www.quartieresantantonio.it.

 

Chi di voi si è già registrato avrà ricevuto queste informazioni direttamente sul suo pc, per quelli che non lo hanno ancora fatto rinnoviamo l’invito alla registrazione nella Newsletter del quartiere o al gruppo della comunity di Facebook denominato “COMITATO DI QUARTIERE SANT’ANTONIO S.BENEDETTO TR.” .

I nostri video sono disponibili nella pagina del ns. gruppo su You Tube http://www.youtube.com/QUARTIERESANTANTONIO 

Guarda il video sul presente link  Raccolta Differenziata La preselezione manuale presso il centro della Picenambiente

Gli uffici

Gli uffici

 

il-controllo-preselezione

 

le fasi della selezione automatica

le fasi della selezione automatica

separazione-plastica

i materiali separati, La Carta

i materiali separati, La Carta

 carta-gomme-plastica

il-metallo

plastica