Posts Tagged ‘picenambiente’

Porta a Porta con eliminazione dei Cassonetti stradali. Assemblea Pubblica 5 Dic. 2013 ore 21,00

l'Assemblea per conoscere le novità del servizio

i Cassonetti vanno via dalle strade, arriva il porta a porta

Parte anche da noi il Porta a Porta spinto.
Dal mese di Dicembre, procedendo a blocchi, spariranno i cassonetti e dovremo apprendere un nuovo sistema per ” buttare l’immondizia” , differenziando sempre di più i nostri rifiuti.
Durante l’assemblea verranno date le informazioni operative sul sistema, studiato appositamente per il nostro quartiere.
Tante utili informazioni e novità per evitare caos e disservizi.
Il nostro territorio di 9000 abitanti, che si sviluppa  in adiacenza all’asse di viale De Gasperi (tra i quartieri Albula Centro e Sant’Antonio)  è grande come un piccolo- medio comune della vallata.
Tanti piccoli errori nel conferimento diventerebbero un grande disservizio….
Questa nostra particolare caratteristica ci impone una maggiore attenzione nell’adottare correttamente tutte le azioni previste.
Vi raccomando la partecipazione all’assemblea, passate parola, condividete questo post- evento, e se potete stampate ed affiggete la locandina nella bacheca del vs. Condominio.
Lavoriamo insieme per il benessere della nostra Citta’
Grazie

Via Monte San Michele – Ennesime lamentele a problemi “storici”. Lavoriamo per trovare delle soluzioni

 

 

MarciapiediVMSMichele

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di lamentela che i residenti di Via M. S. Michele e traverse hanno inviato a Comune, Picena Ambiente e Multiservizi oltre che al Comitato di Quartiere per conoscenza.

Segnalazione incuria Via Monte S. Michele e traverse e mancata pulizia strade .

 Con la presente vogliamo manifestare tutta la rabbia per la presa in giro che noi, abitanti di via Monte S. Michele, e quanti la percorrono abitualmente, abbiamo subito.

 Da mesi segnaliamo con ogni forma (chiedere all’URP e all’Ufficio Ambiente del Comune) l’incuria in cui versa la strada nel tratto che va dalla Statale Adriatica a viale De Gasperi: a parte i marciapiedi in condizioni pietose, i pali della luce arrugginiti, le erbacce ai margini dei marciapiedi, la sporcizia regna sovrana, aggravata dalle alluvioni dei mesi scorsi che hanno lasciato strati di detriti che ancora oggi  costellano tutta la strada. (Mai vista una spazzatrice).

 Venerdì 24 Luglio scorso sono stati  posizionati cartelli di divieto di sosta per segnaletica: abbiamo confidato troppo nel buon senso di chi opera per la città, dando per scontato che prima di fare le strisce si sarebbe provveduto a pulire la strada da dipingere. Incredibilmente Lunedì 27 luglio, si sono presentati gli operai della Multiservizi con una scopa e hanno spazzato alla bell’e meglio solo le parti di asfalto da pitturare!

Ora c’è la segnaletica ma la strada è l’immondezzaio di prima, anzi peggio perché lo sporco non è più omogeneamente sparso.

Ovviamente con tutta quella polvere le strisce dureranno poche settimane. Soldi buttati e servizio pessimo.

 La preghiamo di far presente a chi di dovere che non è così che si spendono i soldi delle nostre tasse e che gli amministratori comunali hanno il dovere di controllare e sanzionare le società partecipate che si comportano in modo così menefreghistico e superficiale. Non ci interessa sapere se è colpa della Multiservizi o della Picenambiente: il referente dei cittadini è il Comune al quale si pagano le tasse.

 Oltre la lamentela per la mancata pulizia ribadiamo con forza la richiesta di una sistemazione della via (e dei suoi percorsi pedonali o marciapiedi), che quotidianamente viene percorsa (oltre che dai residenti) da molti cittadini che si recano nella nostra Chiesa Parrocchiale, fra i quali anziani e bambini in carrozzina costretti a passare al centro della strada (quando non piove e non è allagata), perché se piove non si passa neanche a piedi sui marciapiedi con l’ombrello aperto. La situazione della via è molto più grave di altre per le quali i lavori sono già in programmazione!!!!!

 Segnaliamo inoltre la problematica di via Basilicata, il cui unico accesso è spesso reso difficoltoso (specialmente per mezzi come ambulanze, autospurgo ed altri) per la presenza di mezzi in sosta scorretta,  e la cui soluzione è da trovare con la massima urgenza.

 Al presidente del Comitato di Quartiere ci rivolgiamo in qualità di nostro referente presso l’Amministrazione comunale, perchè proponga all’Amministrazione Comunale un’incontro con nostri rappresentanti, ed il comitato di Quartiere, per cercare di lavorare insieme a delle soluzioni, da troppo tempo rinviate e da attuare con immediatezza.

Grazie.

 Lettera Firmata da 136 residenti in via Monte S. Michele e via Basilicata.

Risposta :

Oltre le problematiche della esecuzione dei lavori di segnaletica e pulizia strade, sopra descritti, riferiamo che la situazione di questa zona è nota e già segnalata agli uffici ed assessorati competenti. Prima dell’estate con l’Assessore Sestri si era parlato di una ipotesi di riqualificazione dei marciapiedi che , visto l’ulteriore segnalazione, spero verrà sicuramente valutata.

Per gli allagamenti, la soluzione dovrebbe venire dalla messa in funzione delle vasche di raccolta delle acque piovane realizzate in via Asiago/Piemonte, la cui attivazione deve avvenire previa collaudo dal CIIP . Notizia sulla messa in funzione sarà richiesta e comunicata dal Comitato .

Il Comitato, come richiesto dai residenti, sarà portavoce e riferirà al più presto.

Il Presidente

Giorgio Fede

Guarda i video con il resoconto dell’Assemblea sulla raccolta differenziata dell’umido

assemblea-unido_relatori

assemblea-umido_pubblico

Incontro pubblico di presentazione del progetto con la partecipazione dell’Amministrazione Comunale e di Picenambiente

 

Nonostante il freddo, nella serata di giovedì 12 febbraio la sala dell’oratorio parrocchiale di S. Antonio era gremita per l’incontro programmato dall’Amministrazione comunale insieme ai Comitati di quartiere S. Antonio e Albula centro per presentare modalità e scopi della raccolta differenziata della frazione umida dei rifiuti urbani che, dopo aver interessato progressivamente tutti i quartieri a nord e a sud della città, “sbarca” adesso nel centro cittadino, cioè l’area più densamente popolata del territorio comunale.

 

Dopo l’introduzione del presidente del Comitato di quartiere Giorgio Fede, è stato l’assessore alle Politiche Ambientali Paolo Canducci ad illustrare il progetto che i cittadini della zona hanno già avuto modo di conoscere grazie alla distribuzione a domicilio, in buona parte già completata, dei  contenitori e dei sacchetti di carta riciclata che serviranno  smaltire l’umido dei rifiuti. Canducci ha colto l’occasione per descrivere la strategia complessiva del Comune in tema di rifiuti, in particolare della netta scelta compiuta a favore della differenziata rispetto al conferimento in discarica sia per ragioni ambientali ma anche per motivazioni economiche (una tonnellata portata in discarica ad Ascoli costa 82 euro, portare l’umido all’impianto di compostaggio di Fermo costa 20 euro in meno) ed ha spiegato che dai quartieri S. Antonio e Albula centro (interessato dal nuovo servizio fino alla via Giovanni XXIII e rappresentato dal presidente Luciano Calabresi) Comune e Picenambiente si attendono un decisivo impulso per raggiungere non solo i limiti minimi imposti dalla legge per i rifiuti da avviare a riciclaggio ma anche per puntare all’obiettivo del 50% dei rifiuti urbani riciclati. L’assessore ha anche annunciato per i prossimi mesi l’avvio del “porta a porta” per la frazione secca dei rifiuti (carta, vetro, metalli, plastica, il cui smaltimento è a costo 0 per la Città) mentre, per il “centro storico” (quadrilatero di via Gramsci, via Roma, Via crispi e s.s.16), si sperimenterà un sistema di ritiro che consentirà di eliminare i cassonetti stradali. Nei video anche gli interventi del Presidente della Picenambiente Olivieri Federico e del Direttore Generale Dott. Collina Leonardo

1° Canducci intervento dal gruppo Meetupsbt su You Tube

2° interventi Canducci Olivieri

3° intervento Olivieri e Collina

4° Collina spiega la raccolta

5° Collina spiega la raccolta, i dati , Calabresi

6° Collina spiega la raccolta, i dati , Fede, Canducci il Dibattito

7° il dibattito con le domande dei cittadini

8° il dibattito con le Risposte dell\’Assessore Canducci

9° il dibattito con le Risposte dell\’Assessore Canducci, i costi, il riciclo

Vedi su You Tube anche gli altri video 10, 11, 12, 13 e 14 del dibattito.